Il vino

Caratteristiche terreno
Vigna Querciola: galestro e palombino; marne calcaree e calcari marmosi a strati alterni. Periodo cretaceo. Altitudine 220 m s.l.m.
Vigna Fornace: prevalentemente argilloso, collina terrazzata con filare a centro gradone. Altitudine 500 m s.l.m.
Vigne Beruzzo 1 e 2: formazione di origine sedimentaria. Periodo quaternario. Altitudine 180m s.l.m.

Forma di allevamento: cordone speronato, alberello.

Densità ceppi/ettaro
Vigna Beruzzo 1: 3333 ceppi/ha;
Vigna Beruzzo 2: 4166 ceppi/ha;
Vigna Querciola: 2222 ceppi/ha;
Vigna Fornace: 5000 ceppi/ha

Vitigni
• Vigna Beruzzo 1: Ansonica, Vermentino;
• Vigna Beruzzo 2: Malvasia Nera, Vermentino, Malvasia Bianca di Candia;
• Vigna Querciola: Aleatico, Sangiovese, Alicante, Cabernet S., Trebbiano, Vermentino.
• Vigna Fornace: Sangiovese.

Produzione bottiglie/anno: circa 18.000

Produzione quintali /ettaro: circa 45

Lavorazioni vigneto
Interventi sulla planta: potatura manuale e stralciatura manuale nel mese di febbraio, scacchiatura manuale (rimozione polloni e gemme doppie e triple fruttifere) nel mese di maggio, sfemminellatura manuale nel mese di giugno, accapannatura manuale senza cimatura nel mese di luglio, vendemmia manuale nei mesi di settembre ottobre.
Interventi sul terreno: trinciatura dei sarmenti e erpicatura a dischi per interramento dell’apporto organico (tralci, letame o sovescio, erba) nel mese di febbraio, scalzatura dei piedi con piccolo aratro nel mese di marzo, ripuntatura per arieggiamento terreno in marzo-aprile, ricolmatura ed erpicatura per eliminazione erba infestanti nell’interfilare all’inizio dell’estate.
Trattamenti: esclusione totale di prodotti chimici: utilizziamo solo zolfo puro in polvere o bagnabile e poltiglia bordolese. Dal 2014 sperimentiamo l’uso di argille fine tipo zeolite, propoli e tisane di erbe spontanee della nostra zona che raccogliamo e essicchiamo.

Vinificazione
In tini troncoconici di rovere e castagno aperti. Macerazione per tutta la fermentazione senza coadiuvanti di natura chimica e biologica per circa 2/3 settimane, sia per i bianchi che per i rossi. Rosato: per alzata del cappello. Nessuna filtrazione. Conservazione in legno (barriques, barili da 500 litri, botti dai 10 fino ai 22 hl), con la sola eventuale aggiunta di solforosa in piccole dosi all’imbottigliamento. Utilizziamo solo legni vecchi: il legno è utilizzato in quanto contenitore traspirante, non come una sostanza che conferisce il suo gusto al vino.

Nel rispetto della natura e dell’andamento stagionale, i nostri vini cambiano molto a seconda dell’annata, sia per quello che riguarda i monovitigni, che per quello che riguarda gli assemblaggi.

Questa “variazione stagionale” è il frutto anche della continua ricerca di un vino che, oltre ad essere fatto secondo natura, rispecchia sempre di più il territorio.

Tutti i nostri vini sono a IGT Toscana o Maremma Toscana.

i nostri vini